Risarcimento-danni-incidente-stradaleQuando da giovani si fa la patente non si pensa certo agli incidenti, si pensa alla possibilità di viaggiare e poi a quella di poter uscire con gli amici. Questo “ignorare” e nascondere la possibilità continua anche in età più adulta; quando si stipula una polizza si pensa al rapporto qualità prezzo ma quasi nessuno valuta con attenzione quello che è il risarcimento danni da incidente stradale. In caso di incidente, secondo le statistiche italiane, solo il 20% viene adeguatamente risarcito.

L’80% invece ottiene un risarcimento inferiore a ciò che gli spetterebbe. Questo è il caso di chi non si affida ad un avvocato specializzato ma lascia tutto in mano alle agenzie; è importante invece fare almeno una consulenza dopo l’incidente per capire come ottenere il giusto risarcimento per il torto subito.

 Cosa fare in caso di incidente

Quando si resta coinvolti in un sinistro, quasi mai viene in mente come prima cosa di contattare uno studio legale. Si cerca conforto emotivo, si cerca di capire i danni alla salute e poi quelli all’auto. Ma dopo aver espletato tutto ciò che è era necessario come contattare vigili o carabinieri e aver compilato la dichiarazione di quanto accaduto cosa si dovrebbe fare? Sicuramente recarsi in ospedale entro un numero ragionevole di ore per constatare eventuali problematiche di salute dovute al tamponamento. Questo anche in caso non ci siano evidenti traumi; sappiamo che può sembrare un pro forma ma in realtà può essere la chiave per ottenere il giusto risarcimento per ciò che si è subito.

Le compagnie assicurative sono un business, per questo nonostante sul contratto ci siano tutte le buone intenzioni, poi quando cis i trova davvero nel momento di gestire una importante somma di denaro le cose non vanno come ci aspettavamo. Ecco perché è necessario avere già le idee chiare sul da farsi. Per prima cosa devi pensare che l’assicurazione non è sempre dalla tua parte, soprattutto se deve rimborsarti o pagarti: ci sono paletti come la denuncia entro tre giorni o rischierai di non ottenere nulla.

Quando contattare un avvocato dopo un incidente stradale

Ti stai chiedendo quando è giusto contattare un legale per chiedere un supporto dopo un sinistro? Se hai subito un incidente stradale devi sapere che un avocato specializzato può aiutarti in diversi casi; per esempio può occuparsi di aiutarti ad ottenere un risarcimento relativo al mezzo coinvolto ma anche per danni biologici o di una terza persona trasportata. Un legale può anche supportarti nel risarcimento danni in caso tu fossi ciclista o sul monopattino, o peggio nell’ottenere il giusto risarcimento per qualcuno che è rimasta vittima di un incidente. Con assistenza specializzata e autorevole, riuscirà a farti ottenere la giusta somma per poter riprendere in mano la tua vita.

Cosa non fare in caso di incidente stradale

Affidarsi totalmente ad associazioni consumatori e carrozzerie. Sappiamo che l’idea di fare tutto rapidamente ti stuzzica ma sei sicuro sia la scelta migliore? da una parte è vero che i tempi della giustizia possono essere più lenti ma sono necessari per andare a fondo, ottenendo il giusto supporto di medici legali e specializzati che possono aiutarti stando dalla tua parte.

Scegliere l’avvocato sbagliato. Molte persone tendono a farsi consigliare l’avvocato da un amico o semplicemente di recarsi nello studio di uno qualsiasi della propria città; non commettere questo errore. Scegliere l’avvocato sbagliato ti porterà a perdere il tuo risarcimento! Devi prediligere uno studio legale specializzato con già una storicità nel settore.

Accettare la prima offerta. Molte persone vogliono solo chiudere rapidamente una storia senza prima fare una visita dal medico legale. Questo potrebbe farti perdere punti importanti e cambiare una diagnosi che potrebbe fruttarti un risarcimento maggiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.